QUERCUS: il nuovo sistema di automazione CNC di Fagor Automation

Il settore della produzione industriale è in continua evoluzione e richiede soluzioni tecnologicamente avanzate, flessibili e personalizzate che consentano di aumentare la produttività senza perdita di precisione e garantendo risultati di massima qualità.In questo contesto Fagor Automation ha sviluppato il sistema di automazione del CNC QUERCUS, una soluzione integrale che, oltre al controllo numerico, include i moduli di regolazione, gli alimentatori, i bus di comunicazione, i motori, sia assi mandrino, insieme ai trasduttori di posizione, ora con protocollo full-digital.

Questa rivoluzionaria architettura, che sarà presentata alla prossima edizione della fiera delle macchine utensili EMO che si tiene nella città tedesca di Hannover, è stato concepito per soddisfare i più alti requisiti di precisione e aumentare l’efficienza dei processi produttivi.

Si tratta di una soluzione rivolta a macchine di alte prestazione come fresatrici, torni o laser, ma anche ad apparecchiature di ultima generazione come le soluzioni di fabbricazione additiva oppure i sistemi di produzione per l’industria dell’informatica, delle comunicazioni e dell’elettronica di consumo noto come 3C (computer, comunicazione e elettronica di consumer).

“QUERCUS rappresenta un rinnovamento del nostro sistema di automazione CNC, a partire dal controllo numerico, con algoritmi di controllo perfezionati e hardware più compatto, con particolare attenzione a alla regolazione dei motori. Sistemi di controllo completamente riprogettati, che incorporano i componenti elettronici più avanzati per aumentare l’efficienza complessiva della macchina”, afferma il Direttore Commerciale CNC di Fagor Automation, Asier Lopez.

La soluzione dedica particolare attenzione ad aspetti quali la facilità di integrazione di applicazioni di terzi, flessibilità e personalizzazione.

Apporta importanti vantaggi ai produttori di macchine utensili come una maggiore semplicità nell’assemblaggio e una riduzione molto significativa dello spazio occupato dai diversi moduli. E, naturalmente, consente anche benefici per l’utilizzatore finale, grazie all’incorporazione di una HMI completamente rinnovata, con schermate totalmente nuove, per una operatività più intuitiva e facile da usare.

“La nostra soluzione incorpora tutti i requisiti del mercato attuale ed è anche pronta a rispondere alle sfide del futuro, in un contesto di costante evoluzione che richiede ai produttori di macchine utensili e agli utenti di rimanere all’avanguardia tecnologica. È un sistema che permetterà ai nostri clienti di continuare ad evolversi e contribuire ad aumentare la loro competitività”, aggiunge il Direttore Marketing CNC di Fagor Automation, Eva Gayubo.

Nuove prestazioni che mirano all’industria del futuro

Il sistema QUERCUS è si basa su un hardware completamente ridisegnato seguendo le più moderne tecnologie che consentono di risparmiare spazio nel quadro elettrico e, di conseguenza, ridurre le dimensioni e il costo finale delle macchine.

“Abbiamo completamente rinnovato il nostro CNC creando una piattaforma hardware estremamente compatta, con riduzioni del 45% nel CNC integrato e del 60% in quelle modulari”, afferma Gayubo.

Inoltre, QUERCUS ha CPU con maggiori velocità di elaborazione e maggiore capacità di memoria per supportare algoritmi di controllo migliori e più potenti.

Sia la regolazione che gli alimentatori sono stati riprogettati utilizzando i componenti elettronici tecnologicamente più avanzati con l’obiettivo di risparmiare spazio nei nuovi circuiti di alimentazione e nell’elettronica di controllo.

Allo stesso modo, il sistema ha un nuovo bus per la comunicazione tra il CNC ei moduli di regolazione. Si tratta del protocollo standard Sercos III, basato sulla tecnologia Ethernet industriale, che consente di moltiplicare la velocità fino a 100 MB/sec, riducendo così il tempo di controllo degli assi. Inoltre, la configurazione dell’intero sistema è totalmente automatizzata e il CNC identifica i moduli collegati in modo autonomo.

“Avendo una comunicazione più veloce, il CNC può ricevere e gestire molte più informazioni da tutti gli assi della macchina; ciò consente di passare a un modello più centralizzato di gestione dei dati, una funzionalità che apre le porte a nuovi sviluppi che aiuteranno i nostri clienti nel processo di trasformazione digitale verso l’Industria 4.0”, aggiunge Eva Gayubo.

QUERCUS consente la lettura encoder compatibili con protocolli di comunicazione seriale in tempo reale, una caratteristica che lo rende una soluzione full digital senza compromessi.

Inoltre il sistema è progettato con HMI basato sulle più moderne tecnologie web che possono offrire semplicità di programmazione e portabilità ad altre piattaforme, oltre a presentare schermate riprogettate, per operazioni più intuitive e semplifici.

Questa piattaforma offre anche una nuova flessibilità durante la progettazione del posto di comando: “Normalmente ogni produttore ha più di un modello di macchina, con diversi livelli di prestazioni, una circostanza che può richiedere diversi modelli di CNC. La nostra soluzione ha un’unità centrale meccanicamente compatibile con l’intera famiglia di CNC, quindi lo stesso design di consolle può essere utilizzato in diversi tipi di macchine, anche se il modello CNC varia “, aggiunge Asier Lopez.

La fiera EMO, che si terrà tra il 16 e il 21 settembre di quest’anno nella città tedesca di Hannover, è considerata una delle fiere internazionali più importanti per il settore delle macchine utensili e della produzione industriale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *